giovedì, Giugno 20, 2024

Polizze a Copertura del Cyber Risk

Share

L’indagine, condotta dall’IVASS nell’ottobre 2023, mira a esplorare le polizze assicurative contro i rischi cyber, focalizzandosi sui prodotti offerti per la protezione di individui e PMI. Questo studio si basa sull’analisi di contratti assicurativi, escludendo valutazioni sulla loro convenienza o successo commerciale. Il cyber risk è definito come la probabilità di incidenti informatici e il loro impatto, considerando tanto le violazioni di sicurezza quanto le conseguenze dirette come la perdita o diffusione di dati sensibili.

L’indagine evidenzia una crescente adozione di polizze cyber, soprattutto tra le PMI, con coperture che spaziano dai danni diretti e indiretti dovuti ad attacchi informatici, alle spese legali e ai servizi accessori per la prevenzione e gestione post-incidente.

Le polizze per le PMI sono solitamente articolate, standardizzate e offrono la possibilità di aggiungere coperture facoltative. Le coperture per individui includono danni da furto o clonazione di carte, furto d’identità digitale e supporto in caso di sospetti attacchi informatici.

Alcune compagnie richiedono specifici standard operativi come condizioni per rendere il rischio cyber assicurabile. Le condizioni di assicurabilità per le polizze cyber rappresentano un aspetto cruciale e piuttosto complesso nella definizione dei contratti assicurativi.

Queste condizioni delineano i criteri e gli standard che gli assicurati devono soddisfare per essere considerati coperti dall’assicurazione in caso di incidenti cyber. L’indagine mette in luce come talicondizioni varino significativamente tra le diverse compagnie assicurative e influenzino direttamente l’ampiezza e l’efficacia della copertura offerta.

Standard operativi e sicurezza IT

Molte compagnie pongono particolare enfasi sugli standard operativi e di sicurezza informatica che gli assicurati devono mantenere. Questi standard possono includere l’implementazione di firewall avanzati, sistemi di rilevamento delle intrusioni, metodi e protocolli di autenticazione robusti e regolari ma anche audit di sicurezza. Il rispetto di tali standard non solo minimizza il rischio di incidenti informatici ma rappresenta anche un requisito fondamentale di assicurabilità.

Esclusioni e limitazioni

L’indagine evidenzia come le polizze cyber possano includere esclusioni e limitazioni che restringono la copertura. Una delle più discusse è quella relativa alla “guerra”, che solleva interrogativi in merito alla sua applicabilità alla “guerra informatica”. Tale clausola di esclusione potrebbe omettere dalla copertura incidenti cyber di ampia scala o coordinati da entità statali, lasciando gli assicurati vulnerabili esposti a rischi e conseguenze significativi.

Valutazione rischio e personalizzazione

Le condizioni implicano anche una valutazione approfondita del rischio specifico di ciascun assicurato.

Le compagnie assicurative possono richiedere informazioni estremamente dettagliate sull’infrastruttura IT, sui dati gestiti e sulle misure di sicurezza implementate.

Questo tipo di valutazione permette di personalizzare la polizza in base alle esigenze specifiche dell’assicurato, garantendo una copertura più mirata e efficace.

Raccomandazioni per gli assicurati

È fondamentale comprendere a pieno le condizioni di assicurabilità e le eventuali esclusioni presenti nella propria polizza. Inoltre, è consigliabile intraprendere una valutazione interna delle pratiche di sicurezza informatica applicate e considerare eventuali miglioramenti per soddisfare gli standard richiesti dalle compagnie assicurative.

Importante è ricordare che la consultazione con intermediari assicurativi qualificati può fornire una guida preziosa nell’interpretazione delle condizioni e nella scelta della polizza più adatta.

Ti è piaciuto questo articolo?

Read more

Ultimi articoli