giovedì, Giugno 20, 2024

Le 5 minacce comuni alla business continuity

Share

Le minacce alla business continuity sono molteplici e possono variare a seconda dell’organizzazione e del settore in cui opera. Tuttavia, ci sono alcune minacce comuni che possono influire sulla continuità di qualsiasi organizzazione.

Le 5 minacce alla Business continuity
Le 5 minacce alla Business continuity

Ecco alcune delle principali minacce:

  • 1. Cyber attacchi
    Gli attacchi informatici, come gli attacchi di phishing, i malware e i ransomware, possono provocare lunghe interruzioni delle attività e la perdita di dati sensibili. ben chiari.
  • 2. Guasti tecnologici
    I guasti hardware o software sono la principale causa di blocchi delle attività e di perdita di dati.
  • 3. Disastri naturali
    Eventi come terremoti, alluvioni, uragani e incendi possono arrivare a causare la perdita totale dei propri dati.
  • 4. Interruzioni dei servizi pubblici
    Anche le interruzioni improvvise dei servizi pubblici come l’energia elettrica, l’acqua e le telecomunicazioni possono provocare interruzioni delle attività.
  • 5. Errori umani
    Per errori umani, si intendono situazioni come la cancellazione accidentale di dati o la perdita di dispositivi mobili.

Per tutelare se stesse, le organizzazioni dovrebbero adottare misure di sicurezza come la crittografia, l’autenticazione a due fattori, la formazione dei dipendenti sulla sicurezza informatica e l’uso di software di sicurezza aggiornati. Inoltre, sviluppare un piano di business continuity che definisca le procedure e le politiche necessarie per garantire la continuità delle attività in caso di eventi imprevisti.

Come allineare le due strategie?

Sempre secondo VMware, non è ideale adottare l’approccio universale del DR e del ripristino da attacco ransomware. Sebbene queste strategie migliorino l’efficienza e il livello di resilienza, il terreno fertile per un evento disastroso è l’incapacità di riconoscere le sfide. Ed è qui che bisogna agire, imparando ad allineare le due strategie.

Il cloud computing per esempio offre una soluzione efficace, consentendo di archiviare i dati in remoto, in modo che siano accessibili ovunque e in qualsiasi momento. Offre mediamente una maggiore sicurezza dei dati rispetto ai sistemi di archiviazione locali. I fornitori di servizi cloud utilizzano tecnologie avanzate per proteggere i dati, come la sicurezza multi-fattore e la sicurezza fisica dei data center.

Un altro vantaggio del cloud computing è la maggiore efficienza dei costi.

Questo consente alle organizzazioni di ridurre i costi di archiviazione dei dati, in quanto non è necessario l’acquisto di hardware costosi per archiviare i dati. Inoltre, il cloud computing consente alle organizzazioni di ridurre i costi destinati manutenzione dei dati, poiché i fornitori di servizi cloud si occupano essi stessi della manutenzione dei data center e dell’aggiornamento del software.

È imperativo che le organizzazioni adottino misure di sicurezza avanzate, tra cui la crittografia dei dati, l’autenticazione a due fattori e la formazione continua dei dipendenti in materia di sicurezza informatica. Lo sviluppo di un piano di business continuity è indispensabile e deve avvenire delineando procedure e politiche atte a garantire la continuità operativa in situazioni impreviste. Il cloud computing si presenta come una soluzione efficace, offrendo sicurezza avanzata, accessibilità remota e una gestione efficiente dei costi. Sfruttare tali tecnologie non solo protegge i dati ma migliora anche l’efficienza operativa complessiva. In un mondo sempre più interconnesso, investire nella sicurezza e nella pianificazione è fondamentale per garantire la resilienza e la longevità delle organizzazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?

Read more

Ultimi articoli