giovedì, Giugno 20, 2024

Deep Web e il Dark Web: il Lato Oscuro di Internet?

Share

Internet è un vasto universo di informazioni e risorse accessibili a chiunque. Tuttavia, al di là delle pagine web a cui si può accedere tramite motori di ricerca convenzionali, esistono due concetti spesso fraintesi e associati a una sorta di mistero: il Deep Web e il Dark Web. Ma cosa sono? Come si differenziano dal web tradizionale? E quali implicazioni
comportano?

Deep web e Dark web

Il Deep Web

L’Internet Nascosto rappresenta la parte
di Internet non indicizzata dai motori di
ricerca tradizionali.

Questa vasta porzione include:

  • Database Privati
    Contenenti informazioni accessibili solo da chi ha l’autorizzazione. Tra questi database aziendali o medici.
  • Contenuti Dinamici
    Alcuni contenuti vengono generati dinamicamente in risposta a query specifiche, come i risultati di una ricerca in una banca dati.
  • Rete Oscura
    Ovvero parti dell’Internet nascoste dietro firewall o reti aziendali private. Nonostante venga spesso associato a operazioni legittime e legali, il fatto che il Deep Web non sia indicizzato dai motori di ricerca porta ad alimentare leggende riguardo a ciò che potrebbe contenere.

Il Dark Web

l Lato Oscuro di Internet è una sottofase
del Deep Web che richiede specifici
software o configurazioni per accedervi.

Ecco alcune caratteristiche:

  • Accesso Anonimo
    Gli utenti del spesso utilizzano reti anonime per nascondere la loro identità.
  • Mercati Online
    Sul Dark Web si trovano mercati in cui è possibile comprare illegalmente una vasta gamma di droghe, armi, dati personali e molto altro.
  • Attività Criminose
    Il Dark Web è noto per essere un luogo in cui si svolgono attività illegali. Tra gli esempi principali la vendita di strumenti per attacchi informatici, il traffico di armi o di droga
  • Contenuti Illegal
    Vi sono siti web che offrono contenuti illegali, tra cui pornografia (anche infantile) e altri materiali vietati.

L’accesso al Dark Web richiede l’uso di
software come Tor (The Onion Router),
che instrada la connessione attraverso
una serie di server anonimi.

L’Autore e il Consulente di Sicurezza

Kevin Mitnick ha scritto libri di successo, tra cui “The Art of Deception” e “Ghost in the Wires.” Questi libri raccontano le sue avventure nell’hacking, le sfide che ha affrontato durante la sua carriera criminale e la sua metamorfosi in un consulente di sicurezza informatica rispettato. Le sue opere sono diventate letture obbligatorie per coloro che cercano di comprendere i pensieri e la mentalità di un hacker oltre che per apprendere le metodologie migliori per proteggersi dalle minacce cibernetiche.

L’Eredità

Scomparso lo scorso luglio 2023, Kevin Mitnick rimane una figura iconica nella comunità della cybersecurity. La sua storia serve come monito per l’importanza della sicurezza informatica e dell’etica nell’utilizzo delle proprie competenze informatiche. La sua transizione dalla criminalità informatica alla sicurezza responsabile non dimostra solo che è possibile redimersi ma anche che è possibile farlo al meglio mettendo le proprie abilità al servizio della protezione digitale.

La storia di Kevin Mitnick è un’avventura straordinaria attraverso il mondo dell’informatica in cui si alternano momenti di trionfo e di sfida La sua vita rappresenta un esempio di come una mente eccezionale possa trovare la strada verso una redenzione costruttiva, contribuendo a rendere Internet un luogo più sicuro per tutti noi, anche nel privato.

Ti è piaciuto questo articolo?

Read more

Ultimi articoli